Iniziative civili

“Università di Strada” a Salerno | 4 e 15 luglio

Il progetto Università di strada, ideato dall’associazione “Umanità e Ragione”, si propone di costruire una nuova società, fondata su una conoscenza che nasce dal libero confronto, dall’ascolto reciproco, dal rispetto delle opinioni differenti, una società fondata sulla consapevolezza, sull’empatia, sull’eguaglianza.

Per far questo è necessario che i cittadini tornino a ritrovarsi di persona, condividendo momenti di cultura, arte, informazione, divertimento, ma anche di dibattito e di discussione, per divenire parte attiva nella risoluzione dei problemi e delle sfide del nostro tempo; è necessario che gli italiani tornino a interessarsi e a partecipare all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese, ad essere padroni del proprio futuro.

Il progetto parte con 3 incontri che si svolgeranno a Salerno, al Parco Mercatello, il 4 luglio, il 15 luglio e l’ultimo in data in via di definizione, ospitati dal programma di “Fly Group”.

Gli eventi saranno condotti da Olga Milanese e Loredana Inghilleri, in collaborazione con diversi artisti salernitani. La parte artistica degli incontri sarà solo la tela sulla quale ciascuno dei presenti potrà lasciare un tratto personale, come in uno story telling in cui tutti possono diventare protagonisti della storia comune, contribuendo alla sua creazione.

Nel primo incontro del 4 luglio 2024

avremo la partecipazione dell’A.P.S. “Ballando per le strade”, diretta da Simona Totaro, con uno spettacolo di danze tradizionali dal mondo (Messico, Romania, Spagna, Hawaii, Bulgaria e Argentina) dal titolo “Il mondo danza”.

Faremo un viaggio alla scoperta della storia delle diverse tradizioni di Paesi apparentemente distanti fra loro, geograficamente e culturalmente, ciascuno con suoni, ritmi, colori, ambienti e atmosfere uniche, nei quali la danza è stato elemento di unione e di espressione di quei valori universali che tessono la trama di un’umanità che si riconosce nell’essere con l’altro e vive la gioia del ritrovarsi insieme.

Nel secondo incontro del 15 luglio 2024

avremo la partecipazione del Coro giovanile Il Calicanto diretto da Silvana Noschese, con un concerto di suoni della natura nella natura, dal titolo: “Il volo di un canto che ispira”.  Il canto degli uccelli, proposto in un particolare concerto di brani di S. Quartel (1982), T. Weelkes, R. Brisotto e Esenvalds.

Guardando gli uccelli, l’essere umano ha sempre creduto di essere destinato a volare. Questo ha esercitato un fascino irresistibile nei popoli di ogni cultura del passato e del presente, al punto da lasciarsi contagiare per nutrire il proprio spirito creativo. L’imitazione del canto degli uccelli è stata apprezzata sia nella musica strumentale che vocale. 

Accompagnati dalle splendide voci delle giovani ragazze del Calicanto, faremo insieme un viaggio ancestrale alla riscoperta del rapporto tra uomo e natura, verso il risveglio di un legame dimenticato, nella meravigliosa cornice del parco.

Nel terzo incontro (data da definire)

avremo la partecipazione di artisti di diversi gruppi salernitani: Anna Rinaldi (cantante) e Gianfranco Zito (chitarra), Anna Costarella, Carmine De Dominicis, Alessandra Torre e Gianluca Scafuri (ballerini-interpreti), Loredana Inghilleri e Tonina Marzotti (voci recitanti), nello spettacolo dal titolo:  “Anema e core”.

Attraverso le note della canzone classica napoletana, punteggiata dalla poesia dei testi di Rossella Inghilleri, saremo accompagnati nel racconto di una storia d’amore senza tempo né età; una storia evocativa, fatta di suggestioni, di un amore sognato, vissuto, perduto e ritrovato, tra immaginazione e ricordo, sogno e realtà. Incontreremo i diversi colori di quel tessuto di umanità che nell’esperienza della coppia si esprime in tutta la sua ricchezza: un sentimento, fatto di desiderio, di ricerca, di gioia e dolore, passione, contatto e anche di allontanamento e ferite, ma che si riscopre come quel valore vitale ed universale che la canzone napoletana esprime pienamente.  Un viaggio alla scoperta della dimensione delle relazioni umane in cui il tempo e l’eterno si danno la mano e lo spazio si apre e si dilata senza più confini, quando l’amore finalmente ritorna a casa.

SIAMO NOI IL CAMBIAMENTO CHE VOGLIAMO NEL MONDO

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy